Stai leggendo...
Attualità, Politica Interna

Il «basta» di Della Valle fa discutere Politici e imprenditori si dividono

Cicchitto: gli industriali vogliono far fuori i partiti. L’ apertura di Pisanu

ROMA – L’ appello di Diego Della Valle sui principali quotidiani italiani, «Politici ora basta», non poteva non creare reazioni. Ha spaccato trasversalmente la politica e fatto registrare alcune prese di distanza dal mondo delle imprese e del lavoro. Il Pd e il Pdl criticano la mossa del patron della Tod’ s, mentre Pier Ferdinando Casini, leader dell’ Udc apre e Fli considera il suo appello un colpo di «gong suonato al governo».    Il Presidente del Pd, Rosy Bindi, scatta contro l’ imprenditore. «Non si fa in questo modo», sbotta sventolando la pagina per farla vedere all’ ex banchiere Alessandro Profumo, prima di un dibattito cui partecipano entrambi e nel corso del quale proprio ieri Profumo è definitivamente sceso in campo come «papa nero» dell’ opposizione. E poi, rivolta idealmente allo stesso Della Valle: «Mi rispetti almeno come consumatore», mentre indicava le scarpe Tod’ s ai suoi piedi. Bindi ha poi aggiunto ironica alludendo all’ iniziativa di Beppe Grillo, che aveva manifestato con le cozze in mano davanti ai palazzi della politica: «Ora mi farò vedere con quella pagina e le Tod’ s in mano da qualche parte. Si può chiedere a Della Valle se tra i pochi politici bravi è ancora convinto che ci sia Mastella, visto che è stato suo sostenitore?».

Dopo l’ effetto-sorpresa, Profumo ha commentato: «Non credo che quello di Della Valle sia un gesto molto apprezzato». E poi ha spiegato che «l’ idea e il pensiero che la società civile sia così meglio della classe politica sono proprio sbagliati».    Di diverso avviso il ministro dell’ Interno, il leghista Roberto Maroni, che definisce quelle di Della Valle «parole pesanti ma almeno parzialmente condivisibili, il grido d’ allarme di un imprenditore che tiene alto nel mondo il made in Italy e che non possiamo liquidare semplicemente, come invece mi pare abbia fatto la Bindi, con una battutaccia». E nel Pd, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia: «Bisogna cambiare e l’ opposizione ha dimostrato alle Amministrative di saperlo fare».    Dal mondo dell’ imprenditoria, una presa di distanza dalle iniziative che si stanno moltiplicando in questi giorni da parte degli industriali arriva anche da John Elkann, presidente Fiat: «Non è tempo di proclami, di dichiarazioni o critiche generiche – ha dichiarato Elkann, che è sembrato riferirsi più al recente manifesto della Confindustria che non alla inserzione di Della Valle – il momento è grave: è importante essere concreti e avere senso di responsabilità».    Secondo il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, l’ inserzione-appello «è indicativa della difficoltà del Paese e del giudizio che gli imprenditori incontrano quando vanno all’ estero», ma «c’ è una precisa responsabilità del governo. È sbagliato dire che sono tutti uguali». Però, ha aggiunto, «bisogna stare attenti a scagliare la prima pietra».

Pieno apprezzamento per Della Valle da parte di Casini: «È giusto che si faccia fronte comune» perché «ci sono una buona politica e una buona imprenditoria» che vengono chiamate ad «atti di corresponsabilità e unione per il Paese». Ancora: «È giusto che Della Valle abbia ricordato che non solo all’ opposizione ma anche nella maggioranza ci sono persone che possono dare una mano».

Antonio Di Pietro non si ritiene tra i destinatari delle critiche di Della Valle e anzi invita il patron della Tod’ s e Luca Cordero di Montezemolo (che «pure avranno tutte le ragioni del mondo») a «sporcarsi le mani», mentre, nota che «ai banchetti del referendum non c’ erano».    Il Pdl, compatto, ha contrattaccato. Per Fabrizio Cicchitto, capogruppo alla Camera, «è evidente che lo sdegnoso rifiuto dei giovani industriali nei confronti della presenza di politici a Capri e adesso il manifesto di Della Valle esprimono una cosa precisa: il disegno di spazzar via le attuali forze politiche, sia quelle di centrodestra sia quelle di centrosinistra, dal Parlamento». E il suo vice, Massimo Corsaro, riferendosi complessivamente alle bacchettate degli imprenditori, li invita al senso di responsabilità ricordando che hanno «scudato 107 miliardi di euro riversandone meno di 5 nei capitali di quelle aziende per le quali si chiede quotidianamente un aiuto alle banche, allo Stato ed all’ Ue». C’ è chi «ha bisogno di fare inserzioni perché quando parla senza pagare non lo ascolta nessuno», ha affermato il ministro della Difesa La Russa. Dura anche il ministro Gelmini contro chi «acquista pagine dei giornali per sporcare la politica». «Penso che l’ appello di della Valle meriti di essere letto con attenzione come tutte le voci autorevoli che si levano dal mondo dell’ economia e della finanza italiana», ha dichiarato invece il presidente dell’ Antimafia, Beppe Pisanu, punto di riferimento di un gruppetto di senatori di centrodestra, che si dice siano pronti a sfilarsi in occasione di prossimi appuntamenti parlamentari. Carmelo Briguglio, vicepresidente dei deputati di Fli, accomuna «la paginata di Della Valle» al «manifesto-ultimatum della Marcegaglia» e «all’ uscita di Versace dal Pdl».

Oltre la notizia – Approfondimento: Generosità industriale: Diego Della Valle farà le scarpe a tutti, ma prima tocca al Cavaliere

Informazioni su Redazione Libera Mente News

Libera Mente News è composta da un gruppo eterogeneo di professionisti, ognuno esperto nel proprio campo, che intende creare un nuovo network di informazione che sia “pulito” e depurato da posizioni di parte (personali, politiche, religiose che siano). Intendiamo offrire sempre e solo delle news candide e veritiere.

Discussione

Un pensiero su “Il «basta» di Della Valle fa discutere Politici e imprenditori si dividono

  1. …Niente di nuovo sotto il Sole!

    Pubblicato da Raffaello | 3 ottobre 2011, 11:34

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Aggiornamenti Twitter

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: