Stai leggendo...
Attualità

Scuola: studenti in piazza in 90 città – Tensione a Milano e Roma

Uova contro le forze dell’ordine. Manganellate sotto il Pirellone. Assalto a Moody’s. Una sveglia davanti a Palazzo Chigi.

ROMA – Il trillo di decine di sveglie è risuonato all’alba davanti palazzo Chigi. Un blitz degli studenti ha dato il via alla giornata di manifestazioni organizzate in 90 città «portando delle sveglie a questo Governo, per dire che la loro ora ormai è arrivata, questa generazione non vuole che si perda altro tempo». Oggi gli studenti medi sono scesi nelle piazze «non solo per opporci alla distruzione targata Gelmini – si legge in una nota – ma anche con tante proposte e idee per cambiare la scuola pubblica». A Roma e Milano ci sono stati momenti di tensione con le forze dell’ordine.

Nella capitale gli studenti, oltre duemila, hanno bloccato il centro storico, deviando continuamente dal loro percorso. E’ salita la tensione quando, sul Lungotevere, si sono trovati la strada sbarrata dai mezzi della polizia: i ragazzi hanno cercato di forzare il blocco camminando a mani alzate. Poi hanno dato vita a un lancio di palloncini pieni di vernice colorata e, infine, hanno fatto dietro front riguadagnando viale Trastevere, sede del Miur. Qui, è stata una filiale della banca Unicredit a fare le spese della rabbia degli studenti che hanno acceso fumogeni nell’atrio dell’agenzia.

Corteo movimentato anche quello degli studenti milanesi. Lungo il percorso della manifestazione, momenti di tensione e lanci di uova e vernice contro le vetrate di alcune banche e di un ufficio dell’agenzia di rating Moody’s in corso di Porta Romana. Davanti l’ingresso è stato appeso uno striscione con la scritta «Squali della finanza speculatori delle nostre vite».

Alcuni studenti hanno proseguito la loro marcia fino alla sede della Regione Lombardia, dove hanno tentato di forzare un cordone di carabinieri in tenuta antisommossa. Sono volati spintoni e qualche manganellata, poi la situazione è tornata alla normalità. Una gruppo di ragazzi ha simbolicamente chiuso la sede di Bankitalia a Milano con del nastro a strisce rosse e bianche. L’operazione è stata condotta in contemporanea con le città di Roma, Napoli e Genova. Gli studenti hanno anche esposto uno striscione: «Bce e Bankitalia chiudono, via i Draghi speculatori, non pagheremo i vostri debiti».

All’insegna dello slogan «Avremo il futuro che ci conquisteremo: Se non ora quando? Se non noi, chi?», circa un migliaio di studenti ha manifestato per le vie del centro di Bologna. In via Indipendenza è stato lanciato qualche petardo mentre in via dei Mille sono state lanciate uova contro la sede di una banca: il traffico è stato temporaneamente bloccato. Tra le più partecipate, anche quelle di Catanzaro, con migliaia di persone in piazza, Genova, Catania e Palermo.

Informazioni su Redazione Libera Mente News

Libera Mente News è composta da un gruppo eterogeneo di professionisti, ognuno esperto nel proprio campo, che intende creare un nuovo network di informazione che sia “pulito” e depurato da posizioni di parte (personali, politiche, religiose che siano). Intendiamo offrire sempre e solo delle news candide e veritiere.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Aggiornamenti Twitter

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: