Archivi

Esteri

Questa categoria contiene 16 articoli

Così la tragedia delle torce umane infiamma il Tibet contro la Cina

L’hanno vista correre in strada con la tunica in fiamme. Otto minuti di tormento, prima di accasciarsi al suolo, esanime. Otto minuti in cui la poveretta ha soffocato il dolore delle ustioni inneggiando al Dalai Lama e invocando la fine del dominio cinese. Grida di libertà, non di dolore. Così è morta Tenzin Wangmo, 20 … Continua a leggere

Spagna: separatisti baschi verso l’abbandono della violenza

L’organizzazione separatista basca Eta potrebbe rinunciare definitivamente alla violenza, secondo quanto dichiarato ieri da un esponente di primo piano del movimento. Un annuncio in questo senso potrebbe arrivare già la prossima settimana, in risposta alle sollecitazioni dei mediatori internazionali, tra cui l’ex segretario generale dell’Onu, Kofi Annan, presenti alla conferenza di pace di San Sebastian. … Continua a leggere

Siria – La repressione uccide i bambini

Siria Avevano 10 e 14 anni le ultime vittime del regime di Bashar al Assad Nuovo venerdì di proteste in Siria all’insegna della solidarietà con i soldati disertori. Mentre cominciavano le manifestazioni, da Ginevra l’Alto Commissario dell’Onu per i Diritti umani, Navi Pillay, ha avvertito che da metà marzo, quindi in sette mesi, sono già … Continua a leggere

Turismo, il Giappone regala 10.000 biglietti aerei ai turisti stranieri – Radiazioni gratis per tutti

Dopo il crollo del 50% delle visite il Sol Levante corre ai ripari e mette in palio i voli. I vincitori dovranno compilare un diario on line della vacanza. Radiazioni gratis per tutti! MILANO – Il terremoto e lo tsunami, con il seguente allarme nucleare, hanno sferrato un duro colpo all’industria turistica giapponese. Che ora … Continua a leggere

Un trojan per spiare i cittadini – bufera sulle autorità tedesche

Il caso denunciato da Chaos Computer Club, un gruppo di hacker berlinesi che va a caccia delle illegalità nel web. Il sistema serviva a polizia, servizi e inquirenti vari. La Baviera ammette di averlo usato. Il governo federale, in forte imbarazzo, ha ordinato un’inchiesta BERLINO – Un trojan, un sistema di controllo nascosto, è stato … Continua a leggere

Scontri tra copti e polizia Al Cairo ventiquattro morti

I cristiani manifestavano contro l’ennesimo rogo di una chiesa A meno di due mesi dalle prime elezioni dell’Egitto post-Mubarak, il Cairo assiste smarrito agli scontri di piazza più violenti dai giorni della rivoluzione. Per ore, ieri, davanti al palazzo della televisione di Stato, militari in assetto bellico hanno fronteggiato migliaia di copti che chiedevano giustizia … Continua a leggere

Palestinesi vicini all’ingresso nell’Unesco

PARIGI – I palestinesi hanno fatto un passo avanti verso l’ingresso nell’agenzia culturale dell’Onu, con l’Unesco che ha deciso di permettere ai suoi 193 membri di votare questo mese sull’ammissione dello Stato palestinese. L’ultima mossa nella ricerca palestinese di un riconoscimento internazionale ha provocato una immediata critica da parte di Stati Uniti e Israele, che … Continua a leggere

New York, tensione a Wall Street Polizia arresta 700 manifestanti

New York, 2 ott. (Adnkronos) – Ore di tensione a New York, dove la polizia ha fermato oltre 700 partecipanti alla protesta contro gli eccessi del sistema finanzario in corso a Wall Street da due settimane. La situazione è degenerata quando, nel pomeriggio di ieri, circa 1.500 manifestanti hanno cercato di imboccare il Ponte di … Continua a leggere

Bolivia: fermate l’autostrada in Amazzonia, fermate la repressione! Petizione Avaaz

Ricevuto dal blog http://pensareliberi.com Domenica la polizia boliviana ha usato gas lacrimogeni e manganelli contro le popolazioni indigene, inclusi donne e bambini, che manifestavano contro la costruzione di una mega-autostrada illegale che taglierà in due la foresta amazzonica. 72 ore dopo il paese è caduto in crisi: il Ministro della difesa ha rassegnato le dimissioni … Continua a leggere

Bolivia: sospesa l’autostrada amazzonica dopo la violenta repressione degli indigeni

Il presidente della Bolivia Evo Morales ha deciso di sospendere il  controverso progetto di una strada in Amazzonia che spaccherebbe in due la riserva naturale Isiboro Sécure. Il progetto resterà sospeso finché non ci sarà una consultazione popolare. La decisione di Evo Morales è giunta in seguito alla violenta repressione messa in atto il 25 … Continua a leggere

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Aggiornamenti Twitter