Prima pagina

Ultimi articoli

Maroni: “Legge per arresti preventivi si preannuncia un autunno caldo”

Il ministro dell’Interno in Senato dopo gli scontri di sabato: “La cieca violenza di tremila incappucciati ha oscurato la protesta pacifica di migliaia di persone. Volevano il morto, come a Genova”. E lancia l’allarme in vista della manifestazione in Val di Susa

ROMA -“C’era l’intenzione di attaccare sedi istituzionali, in primo luogo Camera e Senato. La polizia ha svolto il suo compito con integrità e precisione. C’era la volontà di ricreare l’incidente avvenuto a Genova durante il G8 e solo grazie alle forze ordine si è impedito che ci scappasse il morto”. A parlare è il ministro dell’Interno Roberto Maroni nell’informativa al Senato sugli incidenti di sabato scorso 1 a Roma. Maroni è al Senato per chiedere nuove misure in grado di prevenire le violenze di piazza: “La nuova emergenza di ordine pubblico che si è manifestata a Roma ha la sua principale fonte nell’area anarchica”.

Adesso “servono – continua Maroni – nuove norme preventive. Ci sono state molte polemiche sulla prevenzione. Le informazioni sul movimento dei violenti c’erano, ma ricordo che le norme di legge attuali non consentono di procedere al fermo o all’arresto di chi è solo sospettato di volere partecipare alle violenze”. Che una legge preventiva sia necessaria Maroni lo aveva già annunciato ieri 2, insieme alla proposta per nuove misure legislative in grado di consentire alle forze dell’ordine di evitare più efficacemente le violenze. A sostegno delle parole di Maroni ieri era intervenuto anche il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, aprendo all’ipotesi che le nuove misure vengano introdotte per decreto.

Le leggi attuali non consentono alle forze di polizia “di effettuare azioni di prevenzione nei confronti dei violenti”, ha detto ancora il ministro. Da qui l’intenzione di proporre al Parlamento “nuove norme legislative che consentano – ha spiegato Maroni – di poter prevenire e impedire le violenze. È destituita di ogni fondamento” l’ipotesi che “non si sia fatto abbastanza sul fronte della prevenzione. Le informazioni c’erano e c’erano tutte. Ma – ha continuato – le leggi attuali non consentono azioni preventive, come a esempio gli arresti”.

Arresto in flagranza differita, Daspo anche per i cortei, uno specifico reato associativo per chi esercita violenza aggravata nelle manifestazioni, maggiori tutele giuridiche per gli operatori di polizia. Sono alcune delle misure legislative annunciate dal ministro dell’Interno. Ma servono “risorse”, per questo, ha aggiunto il ministro: “Ho già chiesto al Consiglio dei ministri di venerdì di azzerare i tagli al ministero dell’Interno nei prossimi anni. Il ministero dell’Economia stanzierà 60 milioni di euro entro il 2011 per le spese necessarie alla gestione dell’ordine pubblico”.

“A titolo di esempio, segnalo un fatto avvenuto nella mattinata del 15 ottobre, poche ore prima dell’inizio della manifestazione – ha proseguito -: i Carabinieri hanno fermato quattro persone, presso la localita’ Castel di Leva, appartenenti all’area anarco-insurrezionalista, che erano dirette alla manifestazione di Roma e che all’interno della loro autovettura trasportavano caschi da motociclista, parastinchi, 500 biglie di vetro, mazzette da muratore, una fionda professionale, un piede di porco, nonché una piantina della città di Roma. I quattro sono stati trattenuti, identificati, denunciati, ma poi rilasciati, non potendo i carabinieri trattenerli perché non avevano ancora commesso il reato di violenza e resistenza che si apprestavano a compiere di lì a poco. È per questi motivi che intendo proporre al Parlamento l’adozione di nuove misure legislative – ha sottolineato Maroni -, per consentire alle forze dell’ordine di fare ciò che ora non possono fare, cioè intervenire con efficace azione di prevenzione per impedire che le violenze vengano effettivamente attuate”.

Con gli scontri di Roma, “abbiamo visto materializzarsi una nuova forma di terrorismo, che potremmo chiamare terrorismo urbano”, ha continuato Maroni. Sabato scorso a Roma c’è stata “un’inedita forma di terrorismo urbano”, con la “cieca violenza di 3000 incappucciati che ha oscurato la protesta di migliaia persone che volevano solo manifestare”. E tra gli incappucciati non c’era “nessun black bloc proveniente dall’estero”.

Poi il ministro è tornato a difendere le azioni delle forze dell’ordine: “Era più di vent’anni che non si usavano gli idranti e credo che il loro utilizzo sia stato molto utile”, ha affermato ricostruendo le concitate fasi degli scontri. Poi il conto: “Complessivamente in 24 ore sono state impiegate tremila unità di polizia, carabinieri e guardia di finanza, coordinate da 107 funzionari della polizia di Stato”. E un conto anche sui danni: “Nel complesso sono pari a circa cinque milioni di euro”.

La colpa è, secondo il resoconto del ministro, della fascia anarchica: “Nell’area romana frequentano centri sociali e gruppi come Acrobax, i Rash e gli Ultras romanisti del gruppo dei Fedayn”. Poi c’erano “i disoccupati organizzati napoletani”. Dei 12 arrestati, nove sono “residenti tra Roma e provincia, di cui uno solo noto alla Digos; poi c’è uno studente di Bologna che frequenta il gruppo Caos; un rumeno residente a Varese e un ragazzo varesino di 22 anni”.

Comunque, ha sottolineato, la principale area di riferimento è quella “anarchica”. Subito il paragone con la Val di Susa: “Questa estate in Val di Susa era possibile cogliere la recrudescenza del fenomeno insurrezionale. La protesta ‘No Tav’ di sabato prossimo è un laboratorio ideale per sperimentare le pratiche di guerriglia in previsione di un autunno caldo”, ha detto Maroni. Che ha poi invitato a tenere alta l’attenzione sul corteo dove, ha riferito, “uno dei leader, Alberto Perino, ha detto che succederà qualcosa di brutto”.

Oltre la notizia – Approfondimento: Roma 15 Ottobre – Il giorno della speculazione schizofrenica

 

RSS Blog di approfondimento – Oltre la notizia

  • Lo scettro e il manganello 30 ottobre 2014
    SE … chi dovrebbe proteggerti invece approfitta della propria uniforme per prenderti a manganellate non appena cominci a rivendicare diritti che ritieni sacrosanti, SE … chi ti rappresenta come primo cittadino si nasconde pusillanimemente dietro il prestigio (sulla carta) del proprio scranno per evitare di rispondere a chi lo chiama in causa per efferati cri […]
  • E tu dove vorresti andare ? 15 ottobre 2014
    La Grecia prova ad alzare la testa tentando di uscire dal controllo della Troika, cioè provando a fare di testa sua e – guarda caso – le Borse di tutto il modo (o quasi) abbassano l’indice creando caos e scuotimento. Tu ti alzi e io ti abbasso. Anzi, ti piego! E il ricatto è servito. […]
  • Colpa o dolo ? Qualche piccolo errore di valutazione 4 ottobre 2014
    Leggendo qua e la sul web e in quella specie di zoo chiamato social netuorc, non faccio altro che imbattermi in post che parlano di economia, di finanza, di pseudo politica. E molti di questi quando affrontano nello specifico l’argomento crisi perpetua mettono in evidenza tutta quella serie di “errori” che un’intera classe dirigente – […]
  • Troppa immaginazione 1 ottobre 2014
    - “Mestre: Troppi debiti, ristoratore 43enne si suicida impiccandosi nella sua pizzeria” - “Calabritto: 53enne padre di tre figli si suicida impiccandosi nella cantina di casa” - “Strozzato dalla crisi, imprenditore si toglie la vita in un capannone”   Eh già! Vedo all’orizzonte orde di umani italioti ai piedi di Palazzo Chigi con il bastone […] […]
  • Agrigento: i “104” di memoria preistorica…. 23 settembre 2014
    Correre, correre, correre subito.Bisogna andare…Lo studio dell’oncologo chiude ad una certa ora. Mi serve il certificato che attesti la “gravità della patologia”. No. Si deve aggiungere “patologia neoplastica con esito incerto”. Ecco, questa è la tipologia più corretta. “Esito incerto”: è come dire che hai superato il periodo chemioterapico e poi, e poi si v […]
  • Giustizia per Daniza! Per chii ?!? 13 settembre 2014
      Tutta l’italietta si mobilita e piange la morte di mamma orsa. Che gente sensibile, mi scappa la lacrimuccia, lo ammetto. Mentre, uno sparuto gruppo di anarchici-insurrezionalisti-fascisti-antieuropeisti-nazionalisti-rompicoglioni chiede che venga fatta giustizia per tutti gli uomini che si sono suicidati e che giornalmente si ammazzano perchè non trovano […]
  • Il rione Traiano: una tragedia vissuta 9 settembre 2014
    Napoli è una città dai mille volti. Una città dove vari ambienti si intersecano: è la Napoli delle persone oneste, delle persone che non collaborano con la delinquenza. Una città che ha anche quelli della “Napoli bene”, delle persone che vivono nell’opulenza. Ecco i vari profili di una città abbandonata. Davide era su un motorino […]
  • CORSI E RICORSI 20 agosto 2014
    Un periodo di crisi economica persistente, gruppi di potere impegnati in grandi speculazioni sovranazionali, un forte malcontento della popolazione, con particolare riferimento alle classi meno abbienti, rinascita di sentimenti nazionalisti e rivendicazioni territoriali portate avanti con la forza, l’inganno e le minacce. Sembra un perfetto quadro dell’attua […]
  • NANO NANO, ROBIN! 12 agosto 2014
    Quando ci lascia Qualcuno che è stato importante, che ha avuto la capacità di farci emozionare, un amico, un parente molto caro, o anche più semplicemente un artista, come nel caso di Robin Williams, è sempre tempo di dire grazie più che intristirsi. Dobbiamo dire grazie per quello che questa persona ci ha dato. “O […]
  • La nostalgia di un’estate… 5 agosto 2014
    Le notizie incombono: le truppe israeliane si ritirano; il virus Ebola si diffonde e miete vittime; Gammy, il piccolo down, rifiutato dai genitori australiani “committenti” e quindi, nato da una madre surrogata; la famiglia Bossetti unita, dopo aver fatto visita al figlio, il presunto omicida di Yara; unita nel pensare all’innocenza di Massimo Giuseppe, un [ […]

Archivio articoli

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Aggiornamenti Twitter

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: